Dal 7 al 9 novembre 2019, a 10 anni dal primo incontro a Roma che vide inaugurare l’associazione, AICA (Alliance of International Corporate Advisors) torna in Italia, a Bologna, con un meeting non a caso intitolato “Past and Present”.

Con grande piacere, Marco Polo Advisor ha fatto gli onori di casa, per le società di advisory localizzate in Europa Middle East e Africa, di cui una recentemente aggregatasi con uffici in Germania e Finlandia. 

 

Prendendo spunto dall’occasione, Marco Polo Advisor ha voluto dare all’evento un focus sull’economia italiana invitando tre speakers con specifici punti di vista:

-          dal mondo accademico, il Prof. Massimiliano Marzo, dell’Università di Bologna e della Bologna Business School con la conferenza “The Italian Economy in the contest of Europe”;

-          Lorenzo Stanca, Partner e CEO di Mandarin Capital Partners con “Internationally Focussed Private Equity in Italy”;

-          Ian Tully, Partner di Curtis, Mallet-Prevost, Colt & Mosle LLP sede di Milano, con uno speach focalizzato agli aspetti legali e comportamentali nelle operazioni di finanza straordinaria in Italia.

 

Come sempre, nelle giornate sono state organizzate differenti sessioni di lavoro in modalità one-to-one e group-session in cui sono stati condivisi i rispettivi progetti in un’ottica di cross-border di ampio respiro internazionale.

 

Come ha affermato Filippo Rozzanigo, Partner e CEO di Marco Polo “la partecipazione ad AICA costituisce un fondamentale elemento per migliorare conoscenza e penetrazione dei mercati esteri, da cui oggi provengono la grande maggioranza delle controparti interessate ai progetti di acquisizione e vendita. Vorrei sottolineare anche che gli importanti valori di crescita che AICA sta registrando danno continuità e spessore ad una dimensione internazionale dell’attività di advisory, sempre più elemento distintivo di vantaggio competitivo.”

 

AICA si conferma una organizzazione in ottima salute, con valori in crescita in numero e valore dei deal. Con oltre 250 operazioni all’attivo all’anno, associa 42 società in paesi di tutto il mondo che coprono sostanzialmente tutte le più importanti aree economiche internazionali e che stanno incrementando costantemente il livello di cooperazione sui progetti.

Per saperne di più su AICA

15.11.2019

Torna alle news